Skip to main content

Baldi & Partners News – Notiziario Settimanale

  • 9 Febbraio 2024

RAVVEDIBILI ANCHE DOPO I 90 GIORNI LE DICHIARAZIONI OMESSE PER I TRIBUTI LOCALI

L’art.13 c.1 lett. c) del DLgs 472/97 permette di regolarizzare l’omissione della dichiarazione, tramite ravvedimento operoso, se la stessa è presentata con un ritardo non superiore a 90 giorni.

Tale disposizione, come già espresso dal Ministero dell’Economia e delle finanze con la Circolare n.180/98, si collega agli artt. 2 comma 7 e 8 comma 6 del DPR 322/98 in tema di omessa dichiarazioni dei redditi, IVA e IRAP, i quali però nulla predispongono in materia di tributi locali.

Nella videoconferenza del primo febbraio 2024, il Ministero dell’Economia e delle Finanze ha chiarito che per i tributi locali, non essendo applicabili gli artt. 2 comma 7 e 8 comma 6 del DPR 322/98, la dichiarazione presentata oltre i 90 giorni non è considerata omessa bensì tardiva. Pertanto, è possibile regolarizzare la posizione con il ravvedimento anche in caso di presentazione della dichiarazione oltre i 90 giorni.

Le sanzioni applicabili sono ridotte a 1/10 del minimo nel caso di ravvedimento e presentazione della dichiarazione entro i 90 giorni – ex art.13 comma 1 lett. c) DLgs 472/97 – mentre la riduzione è fissata tra 1/8 ed 1/6 del minimo in caso di ravvedimento e presentazione della dichiarazione oltre 90 giorni – art.13 comma 1 lett. b-bis) e b-ter) DLgs 472/97.

Resta pacifico che l’eventuale avvio di un controllo fiscale inibisca la possibilità di accedere al ravvedimento (art.13 comma 1-ter DLgs 472/97).

Il chiarimento fornito porta ad alcune considerazioni, ad esempio, in termini di Dichiarazione IMU, la quale può essere regolarizzata anche oltre i 90 giorni dal termine di presentazione. Tuttavia, resta sempre opportuno un confronto con il Comune per assicurarsi che questo si uniformi alla posizione ministeriale.

La presentazione di una dichiarazione inerente i tributi locali oltre i 90 giorni, tuttavia, non permette di avere accesso a quelle agevolazioni per le quali la presentazione della dichiarazione è indispensabile a pena di decadenza. Ne è esempio l’esenzione dall’IMU nei casi dei fabbricati merce ex art.1 comma 751 della L. 160/2019, la quale verrebbe disconosciuta in caso di presentazione della dichiarazione IMU oltre i 90 giorni.


resta aggiornato
in tempo reale

C.F. e P.I. 00734370356

© Baldi&Partners. All rights reserved.
Powered by AgM Srl.