Baldi & Partners News – Notiziario Settimanale

  • 3 Giugno 2022

IMPRESA FAMILIARE: requisiti per lo status di collaboratore familiare

Secondo la dottrina più autorevole (Eutekne-info del 12.4.2022), uno dei requisiti essenziali perché possa sussistere la qualifica di “collaboratore familiare”, con quanto consegue ai fini della ripartizione del reddito fiscale, è la continuità dell’apporto lavorativo, sotto il coordinamento del titolare dell’impresa. Poiché la normativa non prevede l’esclusività di detta attività lavorativa, si ritiene possa sussistere il rapporto di impresa familiare nel caso in cui il collaboratore eserciti anche altre attività. L’art. 5, comma IV, lett. c-, del TUIR stabilisce però espressamente che, nell’ottica del singolo collaboratore, detta attività, oltre che ad essere continuativa, debba anche essere prevalente. Un problema interpretativo che ancora non ha trovato soluzione definitiva riguarda invece la possibilità, o meno, che l’apporto lavorativo del collaboratore possa avvenire solo nell’ambito domestico. Mentre una parte della dottrina lo prevede, altra parte, supportata dalla giurisprudenza prevalente, ritiene che ciò non sia di per sé sufficiente ad integrare le condizioni di partecipazione all’impresa familiare.    


resta aggiornato
in tempo reale

C.F. e P.I. 00734370356

© Baldi&Partners. All rights reserved.
Powered by AgM Srl.