Baldi & Partners News – Notiziario Settimanale

  • 24 Giugno 2022

ACCERTAMENTO: unico elemento fondante la presunzione

Secondo la Cassazione (sentenza n. 14493 del 9.5.2022), anche un solo elemento probatorio, purché preciso e grave, è sufficiente per legittimare le pretese erariali. Nel caso di specie, una società aveva acquistato due unità immobiliari dall’unico socio ma ad un prezzo giudicato dall’Agenzia delle Entrate “abnorme”, anche in relazione ai valori “OMI”. Il socio unico otteneva così il duplice vantaggio, secondo l’avviso di accertamento, di avere (di fatto) distribuito dividendi non tassati, attraverso il maggiore prezzo corrisposto dalla società, e di avere creato le premesse per il calcolo di quote d’ammortamento superiori al consentito. I giudici hanno ritenuto la circostanza della sostanziale coincidenza delle parti contrattuali decisiva per accogliere la tesi dell’Ufficio, costituendo il paramento “OMI” soltanto una conferma che valorizza il primo elemento. Sull’esistenza poi di un “unico elemento”, la Cassazione richiama una precedente pronuncia (sentenza n. 27552/2018), che già avvalorava la tesi della non sindacabilità, in sede di legittimità, di un unico elemento purché “preciso e grave”.


resta aggiornato
in tempo reale

C.F. e P.I. 00734370356

© Baldi&Partners. All rights reserved.
Powered by AgM Srl.