Baldi & Partners News – Notiziario Settimanale

  • 1 Luglio 2022

DIRITTO SOCIETARIO: penale statutaria in caso di inadempimento del socio

Il Consiglio Notarile di Milano, con la Massima n. 198, si esprime a favore della legittima collocazione nello statuto di una società di clausole che prevedano l’applicazione di sanzioni pecuniarie a carico di soci che non adempiono a determinati obblighi previsti dallo statuto; queste si sostanziano nel porre a carico del socio inadempiente il pagamento di una somma di denaro, oppure una modifica dei diritti riferiti alle partecipazioni possedute dallo stesso socio inadempiente (ad esempio, la sospensione o limitazione del diritto di voto), o infine altri obblighi di diversa natura. Può prevedersi anche una compensazione del debito del socio verso la società, in relazione alla penale statutaria, con il credito che gli spetta in corrispondenza della liquidazione della sua partecipazione. La funzione della penale statutaria può essere sia risarcitoria, sia sanzionatoria, e può colpire, ad esempio, la violazione del divieto di concorrenza previsto dallo statuto. L’inserimento nello statuto di queste clausole può avvenire con l’ordinaria maggioranza qualificata, ma non potrà operare nei confronti del socio che già si trovasse in una situazione di inadempimento. Se tale clausola fosse introdotta, sarebbe quindi efficace solo per gli inadempimenti successivi a quello già manifestatosi.


resta aggiornato
in tempo reale

C.F. e P.I. 00734370356

© Baldi&Partners. All rights reserved.
Powered by AgM Srl.