ELETTROTEK KABEL acquisisce MB GROUP

La crescita di Elettrotek Kabel non si ferma e poco dopo aver tagliato il traguardo dei suoi primi 20 anni, ha centrato un altro obbiettivo ambizioso grazie all’acquisizione di MB Group. Un’unione che rafforza e completa l’offerta proposta da Elettrotek Kabel aggiungendo un ulteriore tassello all’ampia gamma di prodotti e servizi proposti.

Con oltre 30 anni di esperienza, MB Group è specializzata nella realizzazione di connettori ed assemblaggi personalizzati attraverso la tecnologia del costampaggio, tramite le più moderne tecnologie per la produzione, controllo e certificazione. Ogni step produttivo dell’azienda avviene nello stabilimento di Castelnovo di Sotto (RE), in cui vengono realizzati stampaggi e costampaggi a bassa ed alta pressione, con applicazione in svariati settori industriali come il medicale, l’automazione industriale, energie rinnovabili e trazione elettrica.

L’operazione di acquisizione, è stata coordinata dal nostro Studio con il team guidato dall’Avvocato Francesca Baldi e dal Dottor Saimon Conconi, e permetterà ad Elettrotek Kabel di continuare nel suo percorso di crescita ponendosi sul mercato nella qualità di gruppo ormai di dimensioni internazionali.

L’acquisizione di MB Group – spiega Roberto Gallingani, CEO di EK Group – è per il nostro gruppo un’ulteriore dimostrazione degli standard di integrità e qualità ai quali Elettrotek Kabel punta da sempre ed un’importante passo verso il consolidamento e l’incremento della presenza nei mercati coinvolti nella transizione energetica. Ad oggi siamo in grado di fornire sistemi ad alta tecnologia e valore aggiunto a tutti i clienti impegnati direttamente ed indirettamente al cambiamento climatico del pianeta. Un’implementazione che porta il fatturato dell’azienda a quota 80 milioni e che permetterà agli attuali 140 dipendenti di sviluppare progetti sempre più innovativi, con sistemi all’avanguardia.

È per noi motivo di grande orgoglio includere in EK Group un’altra eccellenza del territorio in grado di esportare insieme a noi il valore produttivo del Made in Italy”

Leggi Tutto

PUNTO PACK S.r.l. acquisisce MAV S.r.l.

Si è conclusa ieri una nuova operazione straordinaria per il Team della BALDI FINANCE e BALDI & PARTNERS:

PUNTO PACK S.r.l. acquisisce MAV S.r.l. e realizza un Gruppo da oltre 25 milioni di euro.

****************************

Lunedì  2 agosto 2021, con il supporto di Baldi Finance S.p.A., che ha svolto il ruolo di advisor finanziario e negoziale, e di Baldi and Partners – Avvocati e Commercialisti per le attività di consulenza contrattuale e di due diligence, si è firmato il contratto di acquisto da parte di PUNTO PACK di una partecipazione maggioritaria nella società MAV S.r.l. nonché il contratto d’opzione per raggiungere una partecipazione totalitaria entro il 2024.

Nell’operazione è intervenuta a fianco di PUNTO PACK anche la società TERASTONE, che ha acquisito una partecipazione in MAV rappresentativa del 12,5% del capitale sociale.

L’imprenditore William Tozzi manterrà una quota del 33,33% del capitale sociale di MAV.

Le Società acquirenti

PUNTO PACK S.r.l., produce a Parma, offre soluzioni moderne ed un servizio completo per il packaging primario alle aziende che operano nei settori farmaceutico, cosmetico, dietetico, alimentare ed industriale.

Punto Pack, condotta da Roberto Nisica e da Luca Marchetti, è la prima azienda italiana produttrice di packaging primario in plastica ad ottenere la certificazione B-Corp che viene assegnata solo alle aziende che gestiscono il business come forza positiva e rispettano i più alti standard di performance sociale e ambientale, trasparenza e responsabilità.

TERASTONE S.r.l., con sede a Parma, è una holding di partecipazioni posseduta dall’imprenditore Francesco Palladini e dallo stesso Roberto Nisica.

La Società target

MAV S.r.l., è una delle aziende più interessanti nell’ambito del packaging “wide mouth”.

Attiva dal 1965 e giunta oggi alla terza generazione, progetta e realizza packaging in materiale plastico per il settore cosmetico, alimentare e parafarmaceutico, con sede e stabilimento a Zola Predosa (BO).

Finalità dell’operazione

Con questa operazione si vuole rafforzare il comparto industriale e dare continuità a PUNTO PACK e MAV, che operano con successo da molti anni nel settore della produzione e commercializzazione di packaging primario (flaconi, vasi, chiusure e accessori, ecc.). Oltre alle sinergie industriali e commerciali saranno condivise e incrementate le attività legate alla sostenibilità sviluppate sino ad oggi dalle due aziende.

I dati finanziari del Gruppo

Nel 2020 il Gruppo ha realizzato un fatturato aggregato di 26 milioni di euro con un EBITDA di 5,5 milioni di euro (21%). Il patrimonio netto aggregato è di 10 milioni di euro e la PFN ammonta a circa 7 milioni di euro.

* * * * * *

 I commenti

“L’operazione MAV”, dice Roberto Nisica – Presidente di Punto Pack, “nasce innanzi tutto da un sodalizio con il suo titolare William Tozzi con cui da anni condividiamo esperienze tecniche, operative e commerciali. Diventare partner effettivi ci permetterà di mettere in campo un ventaglio di sinergie che sono il filo conduttore della nostra crescita quali l’integrazione e l’ottimizzazione produttiva, insieme alla complementarità delle gamme e della razionalizzazione logistica.”

“Mi sono trovato sempre a mio agio nel collaborare con Roberto Nisica”, dichiara William Tozzi – Presidente di MAV. “Poter collaborare in modo più stretto e dare il mio contributo alla crescita di questo gruppo realizza quanto avevo desiderato per questa azienda che rappresenta la mia vita professionale. La capacità produttiva, organizzativa e di innovazione di Punto Pack, unite al know how specifico di MAV nel settore cosmetico, saranno una combinazione che ci darà grandi soddisfazioni in futuro.”

Leggi Tutto

Anthilia Capital Partners sottoscrive le emissioni di Ecoservim

Anthilia Capital Partners, tramite due fondi di private debt, ha sottoscritto i prestiti obbligazionari emessi dal gruppo Ecoservim, realtà attiva nel settore dell’energia e del facility management. Le emissioni del gruppo, per un valore complessivo pari a 4,5 milioni di euro, sono state sottoscritte dai fondi che investono in bond, appositamente creati da Anthilia, e da Bper Banca. In dettaglio, il prestito obbligazionario emesso da Ecoservim Srl per 2,5 milioni di euro, di cui 300 mila sottoscritti da Bper Banca, ha scadenza il 31 dicembre 2026 e prevede un rimborso amortizing con 30 mesi di preammortamento, tasso di interesse del 5,25% e ne è prevista la quotazione sul segmento ExtraMOT Pro3 di Borsa Italiana. Il prestito obbligazionario emesso da Lombardi gestioni per 2 milioni di euro, di cui 200 mila sottoscritti da Bper Banca, prevede le stesse condizioni. Entrambi i prestiti obbligazionari sono assistiti da garanzia del Fondo Centrale di Garanzia del Mediocredito Centrale. L’emissione supporterà il piano di crescita di Ecoservim, incentrato in particolar modo sullo sfruttamento delle opportunità di business legate all’ecobonus 110%, nonché sulla crescita per linee esterne attraverso l’acquisizione di aziende operanti nel medesimo settore. Baldi Finance S.p.A. e il team di M&A Advisory di Bper Banca hanno agito in qualità di advisor finanziari dell’operazione, mentre gli aspetti legali sono stati curati da Simmons & Simmons.

Leggi Tutto

Baldi & Partners alla guida dell’operazione di acquisizione Legrand-Borri

Pirola Pennuto Zei & Associati ha assistito il gruppo Legrand nell’acquisizione del 100% del capitale sociale della holding a capo del gruppo Borri, un importante player del mercato internazionale dei sistemi di protezione dell’alimentazione ed in particolare degli UPS. Con un fatturato annuo di circa 60 milioni di euro e circa 200 collaboratori, Borri, basata in Italia e con una forte presenza internazionale, propone degli UPS a forte efficienza energetica per i verticali industriali e commerciali nonché per i datacenters.
L’acquisizione da parte del gruppo Legrand, specialista globale nelle infrastrutture elettriche e digitali, presente in 90 paesi con 39.000 dipendenti, è stata completata dopo più di tre anni di collaborazione nell’ambito di un accordo di joint venture, dalla subsidiary italiana del gruppo, Bticino, già azionista di minoranza di Borri dal 2017.
Legrand è stata assistita da Pirola Pennuto Zei & Associati con un team guidato dal partner Anne-Manuelle Gaillet e composto dal senior associate Anna Lisa Sepich per la parte legale, dai senior associate Mauro Papais, Nicola Lattanzi, Manuela Molinari e dall’associate Alessandra Conti per la due diligence legale. Gli aspetti fiscali sono stati curati dal partner Luca Occhetta, coadiuvato dall’associate partner Maddalena Antonini.
Per i venditori Baldi&Parners con i partner Francesca Baldi e Simone Caprari, coadiuvati da Ilaria Ballabeni per la parte legale e Niccolò Reggi per la parte fiscale.

Leggi Tutto

Conclusa l’operazione di cessione quote societarie della società BiDue S.r.l. grazie allo Studio Baldi & Partners alla Eusider S.p.A., assistita da BonelliErede.

Lo Studio Baldi & Partners ha assistito i soci della società BiDue S.r.l. nella cessione delle loro quote societarie, rappresentanti l’intero capitale sociale, ad Eusider S.p.A., operazione conclusasi nella prima settimana del nuovo anno.

La società Bidue S.r.l., con sede a Melara in provincia di Rovigo, dal 1981, è attiva nella progettazione, produzione e commercializzazione di tubi a sezione circolare in acciaio al carbonio, mentre Eusider S.p.A. di Milano è importante società nella distribuzione e nei servizi del settore siderurgico.

Le quattro venditrici delle quote di Bidue S.r.l., tutte appartenenti alla famiglia Borghi, sono state assistite dallo Studio Baldi & Partners che ha operato con un team di professionisti coordinati dai senior partners Avv. Francesca Baldi, dott. Carlo Baldi e dott. Guido Prati con il contributo dei colleghi di Studio Avv. Ilaria Ballabeni e dott. Niccolò Reggi. Gli aspetti legati al diritto del lavoro sono stati seguiti dal partner Avv. Sara Mandelli.

L’acquirente è stato invece assistito da un team di specialisti dello Studio BonelliErede per i profili antitrust, diritto tributario e diritto del lavoro avvalendosi anche della collaborazione del team Transaction Services di beLab S.p.A.

Con questa operazione si conclude positivamente un percorso della filiera metallurgica italiana che vede un ottimo posizionamento della qualità del suo prodotto sul mercato mondiale. Infatti l’attuale quota export di Bidue S.r.l. è pari all’80% e ci si augura che, con questa operazione, possa incrementare ulteriormente.

Leggi Tutto

Alleanza internazionale fra il Gruppo Landini ed il Gruppo Inglese Briarwood Products Ltd

Il Gruppo Landini di Reggio Emilia, fondato dal compianto Cav. Mirco Landini, che opera nel settore della produzione e commercializzazione di lastre in fibrocemento, coperture metalliche, edilizia e depurazione, annuncia di aver perfezionato in data odierna un importantissimo accordo con il Gruppo Briarwood Products Ltd, fondato da Mr. Alan Janes, leader del mercato britannico nella commercializzazione delle lastre in fibrocemento e partner storico da oltre 20 anni della Landini.

L’accordo prevede la costituzione di una nuova Società denominata Briarwood Landini S.r.l., sempre con sede a Castelnovo Sotto, nella quale parteciperanno in qualità di Soci entrambi i Gruppi industriali e che si propone di diventare uno dei leader internazionali nei settori delle lastre in fibrocemento, inox ed edilizia.

Le attività produttive continueranno ad essere svolte a Castelnovo Sotto, nella sede storica della Landini, con l’impiego di tutti i dipendenti attualmente in forza al Gruppo Landini.

Nella complessa operazione di aggregazione societaria:

  • il Gruppo Landini è stato assistito dal Dott. Guido Prati e dall’Avv. Francesca Baldi, entrambi senior partner di Baldi&Partners e Baldi Finance, che hanno curato tutta l’attività negoziale, societaria e legale dell’operazione e dal Dott. Eugenio Ruozzi che ha svoto l’attività di temporary manager;
  • il Gruppo Briarwood è stato assistito dall’Avv. Luca Masotti e dalla Dott.ssa Francesca Masotti dello Studio Masotti Cassella – che hanno curato tutta l’attività di due diligence, societaria e legale dell’operazione.

La società Briarwood Landini S.r.l. ha un capitale sociale di euro 4.000.000,00 ed è amministrata da un Consiglio di Amministrazione composto da:

  • Sig.ra Marisa Mattace – Presidente del Consiglio di Amministrazione
  • Mr. Oliver Wyndham Janes (figlio di Alan Janes) – Amministratore delegato
  • Mr. David Alan Langley Bunker – Consigliere
  • Dott. Guido Prati – Consigliere
  • Sig.ra Nicoletta Gelmini – Consigliere

Commento del Presidente, Sig.ra Marisa Mattace:

“Questo importantissimo accordo nasce prima di tutto dalla relazione pluriennale e dall’amicizia fra il Cav. Mirco Landini e Mr. Alan Janes. Con questa operazione sono certa di assicurare un prospero futuro al Gruppo Landini e di seguire le volontà di mio marito – Cav. Mirco Landini – che avrebbe desiderato fortemente questa unione. Iniziamo con grande determinazione questa collaborazione anche personale con Oliver Janes, di cui ho grande stima e che considero come un fratello avendolo visto crescere fin da piccolo nello stabilimento e nei cortili della LANDINI. Il marchio ed i prodotti sviluppati da questa unione di BRIARWOOD e LANDINI continueranno ad affermarsi ulteriormente sui mercati nazionali ed internazionali delle lastre in fibrocemento e degli altri prodotti del settore edilizia e depurazione. Lasciatemi ringraziare sentitamente tutti coloro che hanno collaborato a questa operazione, tutti i dipendenti, gli Istituti di Credito ed in particolare il dott. Guido Prati che – con il team dei consulenti di Baldi&Partners e Baldi Finance – ha concluso con successo questa complessa ed articolata trattativa, ma un doveroso e grato ringraziamento va anche al Cav. Lav. Fabio Storchi ed al Dott. Alessandro Parma, rispettivamente Presidente e Responsabile Area Lavoro e Relazioni Sindacali di Unindustria Reggio Emilia, per tutto il supporto qualificato, attivo e costante assicurato alla propria azienda associata Landini S.p.A.”.

Il Presidente

Sig.ra Marisa Mattace

Leggi Tutto

SERVIZIO LIQUIDITA’ PER LE IMPRESE (integrazione)

I recenti provvedimenti assunti del Governo in tema di accesso al credito e sostegno alle imprese (DL 18 del 17 Marzo 2020 e DL 23 del 8 Aprile) prevedono una serie di misure il cui ottenimento, pur previsto ex-lege, può richiedere la predisposizione di documentazione anche piuttosto articolata da sottoporre all’attenzione dell’ente erogante e, conseguentemente, tempi di concessione piuttosto dilatati con gravi pregiudizi sulla stabilità economico finanziaria della Vostra società già fortemente impattata dall’emergenza Covid 19.  

Alcune banche con le quali ci stiamo interfacciando nel corso delle ultime settimane ci informano di aver ricevuto un numero cospicuo di richieste ma, nella maggior parte di casi, soprattutto in relazione alla concessione di nuovi finanziamenti per quanto in larga parte coperti da garanzia dello Stato, si sono visti costretti a richiedere documentazione integrativa piuttosto che ulteriori chiarimenti su quanto presentato.

In particolare le banche lamentano come i richiedenti documentino spesso in modo carente le loro richieste, questo soprattutto in relazione alla sostanziale assenza di dati previsionali e relative assunzioni, con riferimento sia al fine anno che ad un orizzonte temporale a più lungo termine.

Al fine di poter soddisfare le richieste delle banche e soprattutto al fine di ottenere più velocemente il supporto alla liquidità, lo Studio ha sviluppato specifiche capacità sia nel processo di stima dei fabbisogni finanziari futuri, sia nel fornire alle banche documentazione accurata; in particolare lo Studio è specializzato nella redazione di budget annuali e piani a medio termine economico-finanziari che possano meglio evidenziare i fabbisogni finanziari futuri dell’impresa, anche generati dai potenziali impatti dell’emergenza Covid.

Come già riferitoVi Lo Studio ha istituito una task force per supportarvi in questo momento di notevole difficoltà e sarò ben lieto di prestare tutte le proprie competenze e conoscenze professionali per consentirvi di accedere con più facilità e in tempi più ristretti possibili alle misure di sostegno liquidità previste dal Governo.

Gruppo di Lavoro Baldi&Partners – Liquidità per le Imprese

Dott. Carlo Baldi – carlo.baldi@baldiandpartners.it

Dott. Luca Carra – luca.carra@baldiandpartners.it

Dott. Saimon Conconi – saimon.conconi@baldiandpartners.it

Dott. Andrea Magnanini – andrea.magnanini@baldiandpartners.it

Dott. Guido Prati – guido.prati@baldiandpartners.it

Dott. Luigi Spadaccini – luigi.spadaccini@baldiandpartners.it

Leggi Tutto

RE-START

Nel nostro Paese c’è un forte bisogno di far ripartire le NOSTRE imprese, ma per farlo è fondamentale che lo si faccia in sicurezza, al fine di garantire la massima protezione delle persone nei luoghi di lavoro e di contenere le responsabilità proprie di quelli che sono i protagonisti nell’ambito della sicurezza sul lavoro nelle Vostre aziende (Datore di Lavoro, RSPP, ASPP).

Con l’obiettivo di supportare il processo di RE-START, inaugurando la agognata FASE 2, delle attività, in allineamento a disposizioni via via mutevoli relativamente alle procedure da adottare per la prossima ripresa, lo Studio e tutti i professionisti sono a disposizione per un supporto concreto e puntuale che Vi consenta una ripartenza in massima sicurezza.

Il progetto che, lo Studio intende offrire, ha due obiettivi principali:

  • Supportare le Vostre aziende e il Datore di Lavoro nella fase di riapertura delle attività produttiva al fine di riprendere il lavoro in sicurezza;
  • Definire un Piano Aziendale dei “rischi COVID-19” con una serie di Linee Guida, organizzative e di processo, distinte in due specifiche fasi di “PRE-RIPARTENZA” e “RIPARTENZA”.

Il nostro intervento è, pertanto, finalizzato ad un check-up preliminare ed un primo Risk Assessment  teso a verificare l’adeguatezza dei modelli organizzativi delle Vostre realtà aziendali rispetto al rischio derivante dalla diffusione del COVID-19, al fine di ridurre le responsabilità in capo al Datore di lavoro, anche  connesse al verificarsi di episodi di contagio all’interno dell’azienda.

A tal proposito,  si rammenta che l’INAIL con circolare del 3 aprile 2020 ha stabilito che casi accertati di infezione da Coronavirus contratti in occasione dell’attività lavorativa, anche se occorsi in itinere, sono da configurarsi quali “infortunio e malattia professionale”.

Il Piano di lavoro sarà articolato nelle seguenti fasi:

  • Fase 1: Presentazione del progetto “RE-START” e della check list contenente la previsione delle best practice in armonia con i provvedimenti adottati dal Governo;
  • Fase 2: Valutazione dei protocolli esistenti e degli ambienti di lavoro mediante intervista e/o video audit finalizzato a verificarne l’adeguatezza e/o identificare eventuali aree di rischio rispetto al diffondersi del Covid-19 (organizzazione degli spazi all’interno dell’area produzione; scheduling degli accessi; valutazione dei flussi; …)
  • Fase 3: Qualora si identificassero aree di criticità il Gruppo di lavoro Vi fornirà adeguato supporto per procedere all’implementazione dei protocolli adeguati.

Le prime due fasi del progetto, in considerazione della situazione di emergenza nazionale, saranno oggetto di un servizio gratuito che lo Studio intende offrire a supporto delle aziende, clienti e non, al fine di contribuire alla loro RIPARTENZA.

La terza fase, in ragione delle criticità emerse, sarà oggetto di una specifica proposta che saremo lieti di condividere con Voi.

Il punto di forza del nostro progetto è quello di essere realizzato sulle effettive esigenze delle aziende e non su modelli pre-determinati a tavolino ed applicati in modo acritico a tutte le realtà aziendali. La nostra Task Force di Professionisti, specializzati e costantemente aggiornati sulla normativa, all’esito dell’attività di analisi del rischio da COVID-19, ove fossero identificate aree critiche o misure inadeguate, Vi supporterà per definire con Voi i protocolli e le Linee Guida affinché possiate garantire al Vostro personale, ai Vostri clienti e fornitori una RIPARTENZA IN MASSIMA SICUREZZA.

Qualora fosse di Vostro interesse approfondire la conoscenza del progetto, Vi preghiamo di contattare i professionisti di riferimento entro il 30 Aprile 2020 oppure direttamente

Ing. Pellesi Laura – laura.pellesi@baldifinance.it – Mobile – 339.1878365

Avv Mandelli Sara- sara.mandelli@baldiandpartners.it- Mobile- 349.1974901

Leggi Tutto

Nasce il IL POLO ITALIANO DELLA PROGETTAZIONE DEL LUSSO: la società MANIFATTURA TESSILE (S.M.T.) entra nel GRUPPO PATTERN

Pattern S.p.A. società italiana tra i più importanti operatori nella progettazione, ingegneria, sviluppo, prototipazione e produzione di linee di abbigliamento per alcuni dei più prestigiosi marchi mondiali esclusivamente top di gamma, comunica di aver firmato un accordo vincolante per l’acquisto del 51% di S.M.T. S.r.l. (Società Manifattura Tessile), società di Reggio Emilia operante nel settore della maglieria di lusso.

Baldi&Partners, con il partner Luigi Spadaccini, ha assistito la società S.M.T. S.r.l. per gli aspetti contabili e fiscali.

Leggi Tutto

WORKSHOP 5 Dicembre 2019 ore 16.30

Giovedì 5 dicembre 2019 – ore 16.30

c/o TECNOPOLO di Reggio Emilia | via Piazzale Europa,1 | Reggio Emilia

LE NUOVE RESPONSABILITA’ DEGLI AMMINISTRATORI
come prevenire la crisi d’impresa e calcolare gli indici di allerta

Le nuove responsabilità degli amministratori
Avv. Francesca Baldi

Gli amministratori e la fase di allerta
Dott. Bruno Bartoli

Gli strumenti operativi per istituire un assetto organizzativo, amministrativo e contabile adeguato alla natura dell’impresa
Dott. Luca Carra

La crisi d’impresa e i suoi indicatori di natura predittiva e consuntiva
Dott. Andrea Magnanini

Gli obblighi di revisione legale per le S.r.l.
Dott. Andrea Davoli

Al termine seguirà APERITIVO per tutti i partecipanti

Si prega confermare la presenza scrivendo o telefonando ai seguenti recapiti:
cristiana.cantarelli@baldiandpartners.it
tel. 0522.271220

Leggi Tutto

FINANZA AGEVOLATA: BALDI & PARTNERS E BANCA MPS INCONTRANO LE IMPRESE

Sassuolo, 13 novembre 2019Valore e opportunità della finanza agevolata per le imprese: questo il tema dell’incontro avvenuto lo scorso 14 novembre alle 18.00 presso lo Sporting Club di Sassuolo in Via Vandelli 25, località S. Michele dei Mucchietti.

L’evento, organizzato da Baldi&Partners in collaborazione con Banca MPS, è stato, per le imprese locali, l’occasione per conoscere i servizi a loro disposizione per cogliere nuove opportunità e beneficiare del vantaggio competitivo che la finanza agevolata offre.

Questo incontro ha ribadito, infatti, l’attenzione nei confronti delle aziende e la costante ricerca di soluzioni utili al loro sviluppo e alla loro crescita. Il convegno ha avuto lo scopo di far conoscere alle imprese sia il supporto tecnologico, con una piattaforma online dedicata, sia fisico, con un team di esperti, di cui possono beneficiare per focalizzare l’attenzione sull’agevolazione giusta, risparmiando tempo e facilitando l’accesso al credito, quindi investire per rinnovarsi e competere.

Baldi&Partners grazie alle multidisciplinarietà delle proprie competenze, tra le quali quella ingegneristica  e all’esperienza accumulata negli anni,  oggi, attraverso un apposito servizio, è in grado di fornire valore aggiunto al cliente già nella prima fase di analisi di fattibilità, verificando che le esigenze temporali e le tempistiche dei bandi siano compatibili con il processo di sviluppo imprenditoriale. Il richiedente il finanziamento viene accompagnato nelle seguenti fasi: ricerca del bando che possa offrire le migliori chance di successo, preparazione della domanda seguendo anche le fasi tecniche attraverso il proprio team di Engineering, presentazione della domanda all’Ente erogatore curando tutte le attività burocratiche, rendicontazione a bando, gestione di eventuali problematiche con l’Ente erogatore, preparazione della documentazione da conservare in azienda e supporto per eventuali controlli di secondo livello post-erogazione.

Banca Mps mette a disposizione delle aziende una piattaforma online di finanza agevolata utile a selezionare, nella variegata offerta di bandi pubblici, quelli più adeguati alla propria attività. La piattaforma è disponibile al sito https://mpsagevolapiu.it, dove basta rispondere a semplici domande, finalizzate ad individuare l’ubicazione e l’ambito di attività, per poter visualizzare tempestivamente i contributi pubblici più adatti alla propria impresa.

Il progetto è nato dalla sinergia con Trovabando, la startup vincitrice della prima edizione del contest Officina Mps, un’iniziativa volta a promuovere nuove idee imprenditoriali ad alto contenuto tecnologico e innovativo diventato oggi laboratorio permanente

Alcune foto dell’evento

Leggi Tutto

BANDO “NO SMOG” – LA PREMIAZIONE

BORSE DI STUDIO con il BANDO “NO SMOG” DELLA FONDAZIONE STUDIO BALDI ONLUS:  PREMIAZIONE DEI VINCITORI DEL CONCORSO

Risanare le città: idee e progetti per risolvere il problema dell’inquinamento, migliorare l’ambiente e produrre energia pulita

 Il giorno 22 maggio alle ore 10.00 a Reggio Emilia presso l’Aula Magna (Palazzo Dossetti) dell’Università UNIMORE  si è tenuta la premiazione dei vincitori del bando “No Smog” indetto dalla Fondazione Studio Baldi Onlus per i migliori elaborati di tesi e progetti di ricerca sul tema che ha dato il titolo al Concorso stesso: “Risanare le città: idee e progetti per risolvere il problema dell’inquinamento, migliorare l’ambiente e produrre energia pulita”. Il bando prevedeva quattro borse di studio di cui tre per tesi di laurea e una per ricercatori.

Il concorso si inserisce tra le iniziative per la celebrazione dei 45 anni dalla data di fondazione dello Studio professionale “Baldi & Partners” i cui soci e collaboratori hanno dato vita nel 2002 alla omonima Fondazione Onlus, con scopi non lucrativi e di utilità sociale.  Proprio in questo contesto si inserisce il Bando “No Smog” che ha l’ambizione di voler stimolare i giovani a contribuire attivamente al problema dell’inquinamento delle città italiane.

Al concorso hanno partecipato ventitré tra laureandi, laureati e dottorandi di ricerca provenienti da numerose Università italiane; in particolare dall’Università degli Studi di Genova, Bologna, Perugia, Pisa, Cagliari, Brescia, dal Politecnico di Torino, dal Politecnico di Milano e dal Politecnico di Bari, dall’ Università degli Studi Roma Tre, dall’Università di Padova, Napoli- Federico II, Ferrara, Catania e, non ultima, dalla cittadina Unimore di Reggio e Modena.

La commissione giudicatrice –  presieduta dal Magnifico Rettore prof. ing. Angelo Oreste Andrisano dell’Università di Modena e Reggio Emilia – ha coinvolto diversi studiosi e professori tra cui il dott. Giuseppe Bortone, direttore generale dell’ARPAR (Agenzia Regionale per la prevenzione, l’ambiente e l’energia) dell’Emilia Romagna, il dott. Nicola Facciolongo, direttore della Struttura Complessa di Pneumologia dell’Ospedale Santa Maria Nuova di Reggio Emilia, il prof. ing. Gino Ferretti, ex Rettore dell’Università di Parma ed il prof. ing. Roberto Montanari, docente ordinario all’Università di Parma.  La Commissione, sotto il coordinamento del dott. Carlo Baldi, Presidente della Fondazione e ideatore del concorso, ha valutato gli elaborati dei giovani candidati tra laureati, dottori di ricerca e ricercatori che hanno presentato il loro lavoro. La Commissione, che ha attentamente esaminato tutte le domande pervenute, ha apprezzato tutti i contributi dei giovani laureati e studiosi che hanno voluto partecipare. Tale apprezzamento è fondato sulla qualità degli elaborati  e sul rigore con cui sono stati affrontati i temi di innovazione ”finalizzati” al perseguimento coerente degli obiettivi indicati nel bando di concorso.

 

Dopo articolato esame si è pervenuti alla seguente classifica con definizione dei vincitori, qui riportata.

TESI DI LAUREA:

1° classificato: Bilardo Matteo –  Politecnico di Torino –  Titolo tesi: “Performance Analysis and optimization of an integral collector storage (ICS) prototype with PCM”

2° classificato: Gentile Francesca –  Università degli Studi di Ferrara –  Titolo tesi: “Caratterizzazione Fotoelettrochimica e spettroscopica di porfine perfluorurate per water splitting”.

3° classificato: Piccolo Francesca –  Università degli Studi di modena e Reggio Emilia –  Titolo tesi: “Biochar: valorizzazione nei geopolimeri”.

DOTTORATO DI RICERCA;

1° classificato: Banella Maria Barbara –  Università degli Studi di Bologna –  Titolo tesi di dottorato: “Nuove strategie per la preparazione di polimeri bio-based ad alte prestazioni”.

 

Il Rettore prof. Angelo O. Andrisano ha così commentato: “Vorrei ringraziare la Fondazione Studio Baldi e, in particolare, il suo presidente, dott. Carlo Baldi, per la brillante e generosa iniziativa rappresentata dal bando “NO SMOG”, rivolto soprattutto ai giovani studiosi di tutte le Università italiane. Il concorso mette infatti in evidenza una particolare sensibilità di coloro che l’hanno ideato nel favorire e supportare le ricerche e gli studi in generale, finalizzati a migliorare le condizioni ambientali dei luoghi in cui viviamo.

Il tema è particolarmente caro a tutti coloro che guardano con attenzione allo stato delle nostre città e del pianeta ed è molto utile che su questi argomenti vengano stimolate le menti più fertili dei nostri giovani ricercatori.”

PER ULTERIORI INFORMAZIONI

FONDAZIONE STUDIO BALDI

 

Leggi Tutto

GPI presenta domanda di ammissione su MTA

GPI, leader nei Sistemi Informativi e Servizi per la Sanità e il Sociale, ha presentato a Borsa Italiana la domanda di ammissione a quotazione delle azioni ordinarie e dei warrant sul Mercato Telematico Azionario.

GPI è assistita da UBI Banca, in qualità di Sponsor. Pavia e Ansaldo Studio Legale agisce in qualità di consulente legale di GPI mentre lo Studio Legale Gattai, Minoli, Agostinelli & Partners quale consulente legale dello Sponsor. KPMG è la società di revisione mentre lo Studio Baldi&Partners agisce quale consulente per il controllo di gestione.

Leggi Tutto